< Torna all'indice

Sendero ti offre diversi template di e-mail tra cui potere scegliere: di seguito ti diamo qualche utile suggerimento per realizzare una e-mail efficace in tutti i suoi aspetti.

Prima di iniziare a scrivere un messaggio e-mail ricorda che solo il 15% degli utenti legge i messaggio e-mail fino in fondo e il 50% di essi legge solo le prime righe e poi decide se continuare. Il messaggio deve essere perciò chiaro e conciso e concentrare i punti più accattivanti nelle prime righe. È importante quindi seguire pochi semplici passi per “catturare” l’utente e fare in modo che egli legga la nostra comunicazione:

  1. Cura dell’oggetto: la persona che riceve il messaggio decide se leggerlo o cestinarlo in un tempo compreso tra i due e i quattro secondi.
  2. Contenuto del messaggio: non solo testo, ma anche attenzione alla grafica e alla “call to action”.
  3. Testata del messaggio che identifica il mittente
  4. Pie’ di pagina
  5. Scelta del momento più opportuno per l’invio

L’oggetto dell’e-mail

L’oggetto deve essere attraente in quanto è il primo momento di incontro con il destinatario; spesso è in base all’oggetto che l’utente decide se il messaggio o meno. Per scrivere un oggetto efficace, è necessario:

  • Utilizzare parole chiave (da inserire all’inizio del testo), in modo tale che il destinatario capisca immediatamente l’argomento trattato
  • Oggetti brevi (50 caratteri max), infatti molti server di posta elettronica visualizzano solo pochi caratteri nell’anteprima del messaggio.
  • Immediatezza
  • Coerenza con il corpo del messaggio
  • Creatività

Il contenuto del messaggio

Nella redazione del contenuto del messaggio e-mail è consigliabile:

  • separare graficamente l’azione di conversione dal resto del testo: i template che Sendero mette a disposizione sono pensati in quest’ottica; è prevista una parte di testo più discorsiva, e una grafica all’interno della quale inserire i “pulsanti attivi” che spingono l’utente all’azione (come ad esempio “clicca qui”, “visita il nostro shop”, etc…)
  • inserire la “call to action”, tramite pulsanti attivi o frasi che invitino all’azione in modo esplicito.
  • Stabilire un solo obiettivo, una conversione per ogni e-mail; ogni messaggio e-mail deve essere scritto con un unico scopo-obiettivo; prima di scrivere l’e-mail pensa a quale azione vuoi che il destinatario effettui, e scrivi il messaggio di conseguenza.
  • Personalizzare il messaggio in base al target, utilizzando un linguaggio appropriato al destinatario e, dove possibile, declinare al femminile o al maschile gli aggettivi in base al target di destinazione (es. gentile amicA)
  • Scrivere messaggi di massimo 250 parole: lasciare l’approfondimento al sito. Le e-mail troppo lunghe finiscono inevitabilmente per annoiare il lettore e vengono cestinate senza essere lette per intero.
  • Inserire link coerenti e con il corpo del massaggio (la pagina di destinazione non deve sorprendere l’utente)
  • Fare attenzione all’utilizzo delle immagini, che dovrebbe essere limitato e collegato alla maggiore comprensione degli argomenti trattati. Niente immagini di sfondo al messaggio, animazioni in flash o applicazioni animate. Se si tratta di una news letter è bene mantenere una grafica costante tra le varie e-mail periodiche. Non tutti i client di posta visualizzano direttamente le immagini, perciò è bene prevedere un testo alternativo e la possibilità di effettuare l’azione anche senza le immagini.

La testata

La testata del messaggio deve identificare chiaramente il mittente, possibilmente con il logo dell’azienda. È importante inoltre fornire l’accesso alla versione web del messaggio, identificata spesso con frasi come “se non leggi questo messaggio correttamente clicca qui”.

I layout proposti da Sendero contengono già in automatico una testa pre impostata che linka alla versione online del messaggio; i nostri template inoltre prevedono lo spazio apposito dove potere inserire il logo aziendale.

Il pie’ di pagina

Al fondo del messaggio devono essere sempre presenti:

  • le informazioni sui riferimenti aziendali
  • spiegazione del motivo di appartenenza alla mailing list
  • link per la cancellazione dalla lista