< Torna all'indice



Successivamente all'invio di una campagna email, è possibile che tu voglia ricontattare, tra i destinatari della campagna, che hanno tenuto un determinato comportamento di fronte alla ricezione dell'email. Sendero ti permette di farlo attraverso lo strumento EMAIL REMARKETING. Per avviare una campagna remarketing è necessario, come condizione sine qua non, impostare la stessa campagna e la stessa azione impostati durante la campagna precedente. Supponiamo di avere effettuato una campagna email con le seguenti specifiche:

  • Campagna: Newsletter
  • Azione: Aprile 2013
  • Strumento: Email
Per effettuare una campagna remarketing sulla stessa campagna e sulla stessa azione, l'iter da seguire è il seguente:

  • Campagna: Newsletter
  • Azione: Aprile 2013
  • Strumento: Email remarketing
Per procedere cliccate sul pulsante CONTINUA

Nella schermata successiva dovrai scegliere il target su cui effettuare la campagna di remarketing, che sarà estrapolato automaticamente dai target che avevi precedentemente creato in associazione alla relativa campagna/azione.

Se hai creato più di un target in associazione ad una determinata campagna/Azione, il sistema te li restituirà singolarmente per la scelta.
Una volta selezionato il target desiderato clicca si CONTINUA per procedere alla selezione del comportamento sul quale effettuare il remarketing.

Le scelte a disposizione saranno tre:

  • Utenti che hanno aperto l'email
  • Utenti che hanno cliccato l'email
  • Utenti che hanno generato un bounce
SUGGERIMENTI:

  • Remarketing su email aperte ma non cliccate ----> potrebbe risultare utile per verificare una differente versione di email, con testi e pulsanti call to action differenti. In alcuni casi, infatti, l'oggetto dell'email induce l'utente ad aprirla per conoscerne il contenuto. Proprio il contenuto dell'email, invece, potrebbe essere poco attraente e non indurre a cliccare sui link di approfondimento.
  • Remarketing su email cliccate ----> potresti effettuare una campagna di email remarketing solo su coloro che hanno cliccato il link interno, dando per esempio maggiori informazioni sulla location nel caso tu stia promozionando un evento o un corso di formazione.
  • Remarketing su email che hanno generato bounce ----> questa campagna di remarketing può essere utilizzata per pulire il tuo database. Se per esempio le email che hanno generato bounce nella precedente campagne dovessero generarlo anche in seguito alla campagna remarketing, potresti seriamente valutare l'ipotesi di dichiarare inattivi tali utenti nel tuo database, in maniera da non prenderli più in considerazione per le campagne successive.
I passi successivi per l'invio delle email, non si differenziano dal processo mostrato per una normale campagna email B2C.